Terra di sole, cucina squisita e ospitalità, la Puglia è un luogo che nasconde tante risorse.

Vacanze italiane anche per il 2021, si conferma, quindi, una tendenza già in atto dalla prima ondata di pandemia, quella di un turismo lento, alla ricerca di piccole realtà poco affollate e ben organizzate.

La maggior parte dei vacanzieri si dice pronta a partire per le vacanze (94%) e, sebbene ci sia una ripresa dei viaggi fuori dal confine nazionale (il 30% ha intenzione di viaggiare in Europa), il 62,5% rimarrà in Italia prediligendo attività legate al relax e al benessere (39%), all’avventura e alla scoperta della natura (21,5%) e alla visita delle classiche città d’arte (31%).

Fra le regioni più visitate in estate in testa la Puglia.

Definita il “tacco dello stivale” italiano, è la regione dove si incontrano due mari, il mare Adriatico e il Mar Ionio. Un incontro che offre una costa variegata, in alcuni luoghi scogliere a strapiombo, in altri spiagge di sabbia e acque cristalline con fondali ricchi di vita e di colori.

Perché scegliere la Puglia per le vacanze estive?

Le sue spiagge

In Puglia ci sono spiagge per tutti i gusti: dalle spiagge sabbiose di Torre dell’Orso e Porto Cesario, alle coste rocciose di Otranto e Santa Maria di Leuca, luogo d’incontro tra il mar Ionio, calmo e limpido, e il mare Adriatico, con il suo blu intenso. Le possibilità per gli amanti delle acque cristalline sono praticamente infinite: da Gallipoli, definita la “Perla del Salento”, al Gargano, noto come lo “Sperone d’Italia” e sede delle incredibili Isole Tremiti.

La sua natura

Con il Parco Nazionale del Gargano e di quello della Murgia, con la selvaggia Foresta Umbra, le saline e i laghi, la natura pugliese è davvero suggestiva. L’area marina protetta di Torre Guaceto, le profonde gole di Laterza e di Altamura sono altri luoghi da non perdere. Anche l’entroterra è magico, con i suoi borghi storici, i vigneti e gli uliveti che si mescolano con le foreste e gli spettacolari canyon del Mediterraneo, le “gravine”.

La sua storia

La Puglia offre una vasta gamma di siti che evocano le origini ancestrali di questa terra, dalla preistoria alla Magna Grecia, dall’epoca imperiale al rinascimento. Ci sono tre siti Unesco in Puglia: la fortezza di Castel del Monte, ad Andria, i “trulli” di Alberobello e il Santuario di San Michele Arcangelo, a Monte Sant’Angelo. I trulli situati nel cuore della Valle d’Itria, rappresentano una testimonianza incredibile del passato rurale della regione, mentre numerosi castelli costellano la costa del Sud, ricordando i momenti storici in cui i beni e i pericoli arrivavano dal mare.

La bontà della sua cucina

Il Salento sa prenderti per la gola. Piatti della dieta mediterranea, ricca quindi di quei sapori che la nostra terra, generosamente, ci offre: pomodori, verdure, l’olio d’oliva, vino. Si possono contare più di 25 marchi DOC. Tra i più pregiati abbiamo il Negroamaro, il Primitivo. Con i vini e d’obbligo provare i piatti tipici ma spesso le cose migliori sono le più semplici, magari un pezzo di pane fatto in casa con sù olio d’oliva extravergine e un po’ di sale.

Il suo clima

La Puglia può essere visitata tutto l’anno, offrendo una lunga stagione estiva. Il suo clima è mediterraneo con inverni miti ma relativamente umidi, estati calde e soleggiate e stagioni di transizione gradevoli, nonostante le piogge.

La Puglia è adatta ad ogni tipo di esigenza vacanziera: ideale per chi cerca relax, mare e serate all’insegna del buon cibo e della musica adatta a tutti; ma anche per i giovani per i numerosi eventi organizzati sulla costa adriatica e su quella ionica (sagre, concerti, eventi, ecc).

Prenota in Agenzia la tua vacanza alla scoperta dei colori e dei sapori di una terra autentica!

www.nashiraviaggi.com

La Sardegna, l’isola delle meraviglie, tanto amata da tutto il mondo, con la sua storia, cultura, tradizioni e le sue tantissime spiagge, belle e diverse l’una dall’altra.

Si tratta di una destinazione al tempo stesso mondana e rilassante, dove locali e storia convivono insieme a spiagge da favola e cibo sublime. Un luogo dove il turismo è una presenza fondamentale, ma non per questo dannosa verso le tradizioni locali.

Perché scegliere di andare in vacanza in Sardegna?

  1. Spiagge meravigliose

La Sardegna è un’isola nota ormai dappertutto principalmente per le sue spiagge strepitose.

Difficilmente si trovano spiagge più belle di quelle sarde in giro per il mondo, merito della sabbia bianca e dell’acqua così limpida da dare l’impressione di nuotare in una piscina. Vale la pena di visitare la Sardegna anche solo per fare un tour completo delle spiagge, alcune delle quali semplicemente incredibili. Dalla spiaggia della Pelosa a Sassari allo Scoglio di Peppino a Cagliari passando per Porto Giunco, Cala Brandichi e la famosissima spiaggia rosa dei Budelli, c’è una scelta illimitata, che soddisfa ogni gusto.

  1. Infinite alternative

Quando si parla di Sardegna, molti pensano che non si possa fare altro che andare in spiaggia e rilassarsi. Ma non è così: si può certamente basare tutto il viaggio su un relax totale, ma ci sono tante altre opzioni. La vita notturna sull’isola è rinomata in tutta Europa, e scegliendo le giuste destinazioni il divertimento non può proprio mancare. Ma anche gli amanti dello sport e dell’avventura non avranno che l’imbarazzo della scelta tra escursioni in mountain bike, trekking, gite in canoa e lunghe nuotate nel mare cristallino.

  1. Cultura culinaria

La Sardegna ha una tradizione culinaria antica e ricchissima. Ci sono specialità di ogni tipo, dagli antipasti ai dolci. In Sardegna avrai la possibilità di gustare le classiche zeppole, i gnocchetti sardi, la zuppa gallurese a base di latte di capra, formaggi per tutti i tipi, la paella sarda e un’infinità di piatti di pesce.

  1. Natura selvaggia

Uno dei motivi per cui la Sardegna è una meta molto apprezzata dagli sportivi e dai viaggiatori avventurosi riguarda la sua natura selvaggia. Ci sono molte riserve naturali, di cui la popolazione locale è profondamente orgogliosa. Si va dalla riserva di Capo Caccia ad Alghero, alla famosa Isola dell’Asinara, dove è possibile fare immersioni che attirano appassionati di snorkeling da tutto il mondo. Ma non solo, perché c’è anche l’entroterra, poco battuto dal turismo e tutto da scoprire per chi ha uno spirito avventuroso.

  1. Adatta a ogni stagione

La Sardegna non è soltanto indicata per i mesi estivi, ma anche per la primavera e l’autunno. Visto il gran numero di attività che si possono svolgere sull’isola, c’è sempre un buon motivo per visitarla. E poi il vero aspetto positivo riguarda il fatto che rispetto ad altre mete molto gettonate in giro per il mondo, l’isola è vicina a qualsiasi località italiana. I traghetti per la Sardegna partono da tutta Italia: Genova, Savona, Civitavecchia, Piombino, Palermo. Soprattutto d’estate, quando i prezzi dei voli aerei sono proibitivi, il traghetto rappresenta la soluzione ideale.

Insomma, non bisogna andare dall’altra parte del mondo per trovare un paradiso terrestre…

Per le tue vacanze in Sardegna scegli il Resort & SPA Le Dune; immerso nel verde della costa nord della Sardegna, nella Marina di Badesi, tra dune di sabbia e ginepri secolari. Affacciato sulle acque azzurre del Golfo dell’Asinara e sulla bianchissima spiaggia di Li Junchi (Bandiera Blu dal 2016), è il paradiso delle famiglie che vogliono trascorrere le vacanze in Sardegna.

Per maggiori info: contattaci!

Green Pass: firmato il DPCM, tutte le novità.

Un tempo per viaggiare c’erano diverse preoccupazioni, oggi i timori di chi viaggia sono tutti legati alle norme di contenimento della pandemia.

Per fortuna è in arrivo il Green pass che, almeno in Europa, dovrebbe facilitare gli spostamenti. È arrivata il 17 giugno la firma del presidente del Consiglio, Mario Draghi relativamente al decreto che definisce le modalità di rilascio delle Certificazioni verdi digitali Covid-19, e che verranno implementate entro il 28 giugno.

In sostanza, con la firma del DPCM si realizzano le condizioni per l’operatività del Regolamento Ue sul Green Pass che, a partire dal prossimo 1° luglio, garantirà la piena interoperabilità delle certificazioni digitali di tutti i Paesi dell’Unione. E, grazie a questo certificato, i cittadini dell’Ue avranno piena libertà di movimento sul territorio europeo.

Viaggiare, come si ottiene il Green Pass?

Ottenere il certificato verde è molto facile. Basterà collegarsi al sito dedicato, online dal 17 giugno. Oppure, servirà chiedere il supporto del proprio medico o del farmacista.

Per ottenere il documento è necessario collegarsi al link dgc.gov.it a partire dal 17 giugno. Tramite questa pagina web tutte le certificazioni associate alle vaccinazioni, alle guarigioni e al tampone negativo, realizzate fino a questa data, saranno disponibili entro il 28 giugno.

Mentre la piattaforma sarà progressivamente allineata con le nuove vaccinazioni, già dai prossimi giorni i cittadini riceveranno via e-mail o sms (il mittente è il ministero della Salute) la notifica che il certificato è disponibile.

Questo vuol dire che dopo la vaccinazione, oppure un test negativo o la guarigione, la certificazione viene emessa automaticamente in formato digitale e stampabile dalla piattaforma nazionale. Il messaggio ricevuto via sms o e-mail contiene un codice di autenticazione e brevi istruzioni per recuperare la certificazione.

Dopo essersi collegati al sito, con accesso tramite identità digitale (Spid/Cie) oppure con Tessera Sanitaria (o con il Documento di identità se non si è iscritti al SSN), in combinazione con un codice univoco ricevuto sempre nell’e-mail o nell’sms, si potrà scaricare la certificazione. In alternativa alla versione digitale, la certificazione potrà essere richiesta al proprio medico di base, pediatra o in farmacia utilizzando la propria tessera sanitaria.

Tuttavia, la certificazione verde può essere scaricata anche tramite l’applicazione Immuni, attraverso l’apposita sezione “EU digital COVID certificate”, visibile nella schermata iniziale dell’app. In questo caso, basta inserire le ultime 8 cifre del numero identificativo della tessera sanitaria, la data di scadenza della stessa, uno dei codici univoci ricevuti con i tamponi, con il certificato di guarigione o, in alternativa a questi codici, inserendo il codice autorizzativo ricevuto via e-mail o via messaggio sul cellulare. La certificazione verde viene mostrata a video e il QR code salvato nel dispositivo mobile in modo che possa essere visualizzato e mostrato anche da offline.

Nel caso di poca abilità con la tecnologia, basta rivolgersi al medico di famiglia o dal farmacista che, tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico, possono recuperare la certificazione verde del paziente usando il codice fiscale e i dati della Tessera Sanitaria. Ovviamente, sempre tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico, si può scaricare il certificato anche in completa autonomia.

Viaggiare, che cos’è il QR code?

Il QR code è contenuto nel Green Pass e serve per i controlli: un lettore ottico lo leggerà per verificarne la validità. Agli operatori autorizzati al controllo si dovrà mostrare soltanto il QR code sia nella versione digitale, direttamente da smartphone o tablet, sia nella versione cartacea. Il tutto nel rispetto della privacy.

Viaggiare, quanto dura il certificato?

Il Green Pass ha una durata variabile. Per chi è vaccinato è valido a partire dal quindicesimo giorno dopo la somministrazione della prima dose e fino alla data della seconda dose. Da quel momento, la certificazione è valida per ulteriori 9 mesi. Quello per avvenuta guarigione, invece, è valido per sei mesi dalla data di fine isolamento. Infine, il certificato relativo al test antigenico o molecolare, con esito negativo, è valido per 48 ore dal tampone.

Inoltre, il certificato verde può essere revocato in caso di infezione da Covid-19. La positività al virus, infatti, verrà immediatamente registrata nella banca dati e questo comporterà l’annullamento del pass stesso.

Viaggiare, Green Pass vaccini e mix

Chi ha ricevuto la prima dose di AstraZeneca e la seconda dose di un altro farmaco potrà ottenere comunque il Green pass europeo. A comunicarlo è stato il portavoce della Commissione Europea Christian Wigand durante un briefing con la stampa a Bruxelles. Il regolamento che istituisce il pass, spiega Wigand, menziona le persone “pienamente vaccinate” senza scendere nel dettaglio sulle modalità, ma l’ultima raccomandazione della Commissione consiglia agli Stati di riconoscere la validità del mix di vaccini ai fini del Green Pass, a patto naturalmente che si tratti di farmaci “autorizzati dall’Ema“.

Viaggiare, certificazione verde italiana e Green Pass europeo

È importante sapere che la certificazione verde è valida solo sul territorio italiano, in quanto al momento il sistema e le regole del Digital Green Certificate europeo non sono entrate in vigore, pertanto per recarsi all’estero si è soggetti alle normative dei singoli Paesi di destinazione. Dal 1° luglio, invece, il Green Pass europeo sarà valido nei Paesi dello spazio Schengen.

In sostanza, quindi, i certificati verdi Covid-19 rilasciati dall’Italia in ambito regionale sono validi solo sul territorio nazionale e fino all’entrata in vigore del Digital Green Certificate europeo. I Green Pass emessi dal singolo Paese, poi, verranno inseriti in Gateway, la piattaforma comunitaria che raccoglie i dati di tutti i certificati. Il Digital Green avrà un QR code che ne dimostra la validità e servirà per muoversi in Italia (bambini inclusi), ma anche all’interno dell’area Schengen (oltre ad essere utile per partecipare ad eventi).

Per maggiori info, contatta Nashira Viaggi.

Disneyland Paris riapre in tutta sicurezza: vivi un sogno a occhi aperti.

Dopo una chiusura di circa 7 mesi a causa della seconda ondata pandemica, finalmente il magico parco divertimenti Disneyland Paris riapre i battenti il 17 giugno e lo fa gradualmente e in tutta sicurezza per garantire la tutela degli ospiti e dei dipendenti. Mentre il tanto atteso Disney’s Hotel New York – The Art of Marvel aprirà il 21 giugno 2021. I primi a essere nuovamente accessibili dai visitatori sono i due parchi a tema, Parco Disneyland e Parco Walt Disney Studio, insieme al Disney Village e al Disney’s Newport Bay Club Hotel.

Andare a Disneyland Paris è il sogno di tanti.

La scelta del giorno in cui visitare Disneyland Paris si rivelerà fondamentale per la buona riuscita della vostra esperienza. Un solo giorno per visitare Disneyland Paris è poco, anzi, molto poco. In genere, si consiglia di dedicare almeno 3 giorni.

Il Parco Disneyland e il Parco Walt Disney Studios: quale scegliere?

Disneyland Paris è costituito da due parchi, il Disneyland Park, il parco principale, per intenderci quello con il castello, fondato nel 1992 e il parco Walt Disney Studios, nato 10 anni dopo.

Il Disneyland Park è suddiviso in varie aree tematiche e presenta attrazioni di ogni genere, parate e lo spettacolo di chiusura della giornata, Illumination, con proiezioni e fuochi artificiali sul castello. Il Walt Disney Studios, più piccolo, è dedicato al mondo del cinema e degli effetti speciali, con un’area dedicata alla Pixar (Toy Story, Cars e Alla ricerca di Nemo).

Se si ha un solo giorno per visitare Disneyland Paris è opportuno scegliere quale parco visitare.

Il sito consente di acquistare anche i biglietti per accedere lo stesso giorno ad entrambi i parchi; ma i parchi sono grandi, soprattutto il Disneyland Park, e pieni di cose da fare e si rischia di correre da uno all’altro.

Nel Parco Disneyland si vive maggiormente la magia Disney e ci sono molte più cose da fare. Se avete dei bambini, non dovreste neppure porvi il quesito e scegliere direttamente il Parco Disneyland, dove Fantasyland, l’area dedicata alle fiabe, li farà innamorare.

Che cos’è il Disney’s Hotel New York – The Art of Marvel?

Il 21 giugno 2021 aprirà a Disneyland Paris il “Disney’s Hotel New York – The Art of Marvel”, il primo hotel tematico interamente dedicato alla casa editrice statunitense Marvel Comics.

L’hotel a quattro stelle, arredato come una galleria d’arte di New York, renderà omaggio ai Supereroi Marvel e agli artisti che li hanno creati. Il Disney’s Hotel New York – The Art of Marvel offrirà il massimo del comfort attraverso servizi personalizzati celebrando la cultura della città di New York e la sua vibrante energia.

Con oltre 350 opere esposte, create da più di 110 artisti provenienti dall’Europa e dal mondo, sarà una delle più grandi collezioni Marvel. Gli ospiti entrando nella lobby di questo hotel, unico nel suo genere, si sentiranno parte integrante dell’universo Marvel grazie ad un immenso pannello retroilluminato, ad un gigantesco costume di Iron Man e alle fedeli riproduzioni dello scudo di Captain America.

I visitatori potranno concedersi un Selfie Spot con Spider-Man alla Super Hero Station o potranno mettersi in posa all’interno dell’esclusiva Marvel Photo Stations per scattare eroiche foto ricordo con i Supereroi.

Inoltre, al Marvel Design Studio, i più piccoli potranno imparare a disegnare come dei veri fumettisti.

È tempo di tornare a sognare: prenota adesso e preparati a tornare nel cuore della Magia! Contattaci.

Quando si deve fare il tampone? Quali sono i documenti necessari? Le misure cambiano da Stato a Stato: ecco il vademecum

Con l’arrivo della bella stagione, la maggior parte dei viaggiatori sta programmando viaggi più o meno lunghi, gite, periodi di villeggiatura in Europa.

Ma quali sono le regole per viaggiare in Europa?

Francia: quali sono le regole per viaggiare?

Dal 9 giugno sarà consentito in Francia l’ingresso a tutti i cittadini europei vaccinati contro il coronavirus, senza dover effettuare un tampone. Ancor prima dell’attivazione del Green pass, che dovrebbe essere riconosciuto dagli Stati membri dell’Unione europea dal primo luglio, la Francia ha deciso come regolamentare gli ingressi per l’estate. Fino a domani, 8 giugno, per entrare in Francia è necessaria l’attestazione di un tampone molecolare negativo effettuato non meno di 72 ore prima di varcare la frontiera all’aeroporto, per via ferroviaria o stradale. Con la nuova normativa in vigore dal 9 giugno, basterà l’attestazione della vaccinazione completa. Il governo ha diviso i Paesi del mondo in 3 diversi colori. Basterà il vaccino se si arriva da un Paese colorato di verde (tutta l’Europa ad eccezione della Gran Bretagna, l’Australia, la Corea del Sud e Israele). Servirà, invece, il tampone pcr (molecolare) negativo di meno di 72 ore se si arriva da un paese colorato di arancio: praticamente tutti gli altri Paesi del mondo, compresi gli Stati Uniti, ad eccezione di quelli “rossi”. In rosso, i Paesi in cui le varianti sono considerate preoccupanti, come il Sudafrica, l’India o il Brasile. Per chi arriva da queste zone, continuerà ad essere obbligatoria la quarantena.

Grecia: quali sono le regole per viaggiare?

Tutti i viaggiatori devono compilare un modulo entro le 23:59 del giorno prima dell’arrivo. Per evitare la quarantena, devono poi esibire certificato di vaccinazione contro il Covid – devono essere trascorsi 14 giorni dalla seconda dose o dalla dose unica e i vaccini accettati sono: Pfizer BioNtech, Moderna, Astra Zeneca/Oxford, Novavax, Johnson &Johnson/Janssen, Sinovac Biotech, Gamaleya (Sputnik), Cansino Biologics, Sinopharm -, oppure il risultato negativo di un test molecolare per Covid, effettuato entro 72 ore prima dell’ingresso (i bambini sotto i 5 anni sono esentati), o un certificato di guarigione dal Covid negli ultimi 9 mesi rilasciato da un’autorità pubblica o da un laboratorio certificato.

Spagna: quali sono le regole per viaggiare?

Tutti i viaggiatori sopra i 6 anni devono esibire un tampone negativo effettuato nelle 72 ore prima dall’arrivo. Il certificato deve essere tradotto in spagnolo, inglese, tedesco o francese o essere accompagnato da una traduzione in spagnolo effettuata da un organismo ufficiale.

Austria: quali sono le regole per viaggiare?

Prima di entrare in Austria bisogna registrarsi. Inoltre, è necessario avere con sé un test Covid negativo in inglese o in tedesco (molecolare entro 72 ore dall’arrivo o un test rapido entro 48 ore), un certificato valido di vaccinazione (sempre in inglese o in tedesco), valido se sono passati 22 giorni dalla prima dose e non più di 9 mesi dalla seconda, o una prova di guarigione.

Irlanda: quali sono le regole per viaggiare?

Coloro che arrivano in Irlanda dall’estero sono tenuti per legge a compilare il modulo “Covid-19 Passenger Locator” per essere localizzabili. Ai viaggiatori si chiede di auto-isolarsi per 14 giorni.

Croazia: quali sono le regole per viaggiare?

Anche in questo caso per entrare è necessario compilare un modulo online. I viaggiatori che provengono da zone non classificate come verdi – l’Italia, ad esempio possono entrare senza fare l’isolamento se presentano un test molecolare negativo entro 72 ore dall’arrivo o un test rapido entro 48 ore; un certificato di vaccinazione completa, che dimostri che la seconda dose (o la dose unica) è stata ricevuta più di 14 giorni prima, o certificato di guarigione dal Covid.

Paesi Bassi: quali sono le regole per viaggiare?

Per entrare nei Paesi Bassi è invece necessario effettuare un test Covid molecolare 72 ore prima della partenza. I bambini sotto i 2 anni sono esentati.

Brasile, India e Russia – In Brasile, India e Russia si può viaggiare solo per motivi di lavoro, studio, rientro alla residenza o salute.

La vacanza è un momento di svago e relax, proprio per questo, partire nella massima tranquillità e sicurezza è fondamentale. La nostra agenzia offre importanti garanzie da questo punto di vista perché fornisce assistenza pre, durante e post-viaggio. Contattaci!

Nicolaus Club Bagamoyo, la vacanza ideale per la tua famiglia.

Una vacanza insieme a tutta la famiglia è un ottimo modo per rilassarsi costruendo dei bellissimi ricordi; purtroppo, però, non sempre è facile trovare un accordo: già nella scelta della località ci possono essere dei disaccordi, che rischiano di minare da subito l’atmosfera rilassata che dovrebbe caratterizzare ogni vacanza.

La scelta della struttura non è da meno: c’è chi preferisce soluzioni All inclusive, così come chi si accontenterebbe anche solo di un ostello o di un bungalow.

In realtà, la cosa importante per scegliere la struttura ricettiva ideale è che questa possa offrire diversi servizi, in modo che ognuno sia soddisfatto della sua scelta; questo senza dover per forza soggiornare in luoghi diversi, ma tutti nello stesso.

Perché scegliere un resort family?

Accoglienza e ampi spazi

Come ogni struttura ricettiva che si rispetti, i family resort sono progettati per ospitare al meglio i propri clienti, in questo caso con un occhio di riguardo anche ai nuclei più numerosi. Per questo si possono trovare delle camere più ampie adatte a ospitare anche bambini, oppure dotate di culla e fasciatoio per i più piccini.

Animazione e attività sportive

Pensati per permettere agli adulti di rilassarsi e ai bambini e ragazzi di divertirsi, i family resort dispongono di ottimi servizi d’animazione. Questi possono comprendere giochi, spettacoli e competizioni amichevoli fra tutti i piccoli che trascorrono la vacanza in hotel, aiutandoli così a fare amicizia.

Benessere degli animali

Troppo spesso le famiglie sono costrette a lasciare a casa o chiedere a qualcuno di sorvegliare anche gli amici a quattro zampe. Per questi i family resort sono sempre bendisposti nei confronti degli amici a quattro zampe, progettando spazi pensati appositamente per loro o, ancora meglio, lasciando che accompagnino padroni e padroncini in piscina, sul mare e nelle camere. Solo così si potrà fare un’esperienza di soggiorno che comprenda proprio tutti i componenti della famiglia!

Nessuna preoccupazione per la colazione, pranzo e cena

Una fonte di stress che spesso si presenta in una vacanza: mangiare bene. In un Resort all inclusive il problema relativo al cibo non si pone, perché tutti i tuoi pasti sono inclusi e potrai accedere a snack e sfizi gastronomici praticamente in qualsiasi momento della giornata.

Perché scegliere BAGAMOYO RESORT?

NICOLAUS CLUB BAGAMOYO RESORT un resort nel cuore della Calabria, affacciato direttamente sulle limpide acque della Marina di Sibari e immerso nel verde brillante di una fresca pineta. Il recente restyling, gli ampi spazi e la vicinanza al mare rendono questo villaggio adatto alla vacanza di tutta la famiglia e dei teenager che troveranno la vivace animazione ad accompagnarli fino a tarda sera.

Un’esperienza a 360 gradi, intrisa di sapori, divertimento, sport e relax, dedicata a tutta la famiglia.

Inoltre, Al Nicolaus Club Bagamoyo Resort gli amici a 4 zampe sono i benvenuti: con l’intera famiglia, il vostro soggiorno, sarà davvero speciale. Un villaggio pet friendly in cui condividere il piacere di trascorrere le giornate tutti insieme.

Prenota la Vacanza da Sogno All Inclusive!

Contatta Nashira Viaggi!

Da Assisi a Perugia, dai borghi medievali ai campi fioriti, l’Umbria sembra uno dei capolavori creati dal pennello del Pinturicchio.

Piccola regione situata nel cuore del Centro Italia, l’Umbria nasconde incredibili tesori culturali, gastronomici e naturalistici. Da Assisi alle Cascate delle Marmore, innumerevoli sono le bellezze di questa regione dal fascino unico.

Cosa vedere in Umbria?

Perugia, il capoluogo

Perugia è un insieme perfetto di forme, colori, monumenti. Il suo centro storico, circondato da una cinta muraria, sorge su una collina in mezzo al verde e si può raggiungere dalla città bassa con gli ascensori, i minimetrò o il sistema di scale mobili.

La visita della città antica, su cui si affacciano il trecentesco Duomo di San Lorenzo, con la celebre Loggia di Braccio Fortebraccio, e il Palazzo dei Priori, con la sua Sala dei Notari splendidamente affrescata, è d’obbligo. Al centro della piazza domina la Fontana Maggiore (detta anche Fontana di Piazza), capolavoro della scultura medievale realizzata a fine Duecento da Nicola Pisani e dal figlio Giovanni e simbolo del capoluogo umbro.

Da non perdere anche l’acquedotto antico, costruito in epoca romana e poi ampliato a metà del XIII secolo per far arrivare l’acqua in città direttamente da Monte Pacciano, il pozzo etrusco in piazza Danti, profondo ben 37 metri, e i musei che raccontano la storia della città e dell’intera regione (Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria e Galleria Nazionale dell’Umbria).

Gubbio, la città grigia

Gubbio è definita anche “la città grigia” per il colore uniforme dei blocchi di calcare con cui è stata costruita la maggior parte degli edifici del borgo.

Tra le cose da vedere a Gubbio ci sono, senza dubbio, la sua Piazza Grande con il Palazzo gotico dei Consoli, il Palazzo Ducale e le chiese di cui è disseminato il centro, su tutto il Duomo.

Inoltre, se si visita Gubbio a metà maggio è opportuno partecipare alla tradizionale Corsa dei Ceri, festa patronale che ogni anno ravviva le vie della città il 15 del mese. In alternativa, si possono fare tre giri di corsa intorno alla cinquecentesca “Fontana dei Matti” e, secondo l’usanza locale, si ottiene la personalissima “patente del matto”!

Assisi, il cuore della spiritualità umbra

Tra i posti da visitare in Umbria non può mancare la città di San Francesco, il santo patrono d’Italia, e di Santa Chiara, Assisi.

La parte antica si sviluppa sulla collina, dove spicca la meravigliosa Basilica di San Francesco con i suoi affreschi di Giotto e Cimabue, che dal 1230 custodisce le spoglie mortali del santo. Ai piedi della collina si trova l’imponente Santa Maria degli Angeli, che all’interno racchiude ancora integra la Porziuncola, una piccola chiesetta, nella quale San Francesco morì.

Foligno, per gustare i piatti tipici medioevali

Chiese e palazzi storici non mancano nemmeno a Foligno: la piazza principale, quella della Repubblica, è un concentrato di opere architettoniche come il Duomo, il Palazzo Comunale e Palazzo Trinci.

Ma a giugno e settembre, Foligno stuzzica ancora di più la fantasia dei visitatori (ma anche l’appetito), con la sua Giostra della Quintana: un torneo cavalleresco che si svolge in costume e che prevede anche l’apertura delle taverne e delle trattorie locali in cui gustare i piatti tipici del Medioevo (ad esempio gli Spaghetti col Rancetto, pancetta, pomodori e maggiorana, la Rocciata come dolce).

Valnerina, per ammirare la Cascata delle Marmore

La Valnerina, la valle del fiume Nera, è uno dei polmoni verdi più incantevoli di tutta l’Umbria (e di tutta Italia). È uno dei posti da visitare in Umbria a tutti costi, perché qui è presente la cascata delle Marmore, tra le più alte e spettacolari d’Europa con i suoi tre “salti”, oltre a essere la più famosa fra le cascate in Italia.

Inoltre, se si amano le escursioni fra profumi e rarissime specie di uccelli, la Valnerina è il luogo ideale. Soprattutto nel magnifico Parco Fluviale del Nera, dove regna sovrana la natura incontaminata e dove è possibile praticare anche sport all’aperto come canottaggio, equitazione e bicicletta.

Per il tuo viaggio in Umbria ti aspettiamo in agenzia:

www.nashiraviaggi.com

Vacanze in crociera: niente coprifuoco, ma benessere e svago nel rispetto dei protocolli di sicurezza.

Con l’arrivo della bella stagione, l’imminente green pass per i turisti e l’accelerazione sui vaccini, inizia la ripartenza del settore viaggi. Ed è noto che crociera ha sempre fatto rima con vacanza.

Una crociera, che sia di coppia o familiare, è sempre una scelta di grandissimo valore per chi vuole trascorrere delle vacanze particolari. Si tratta, in effetti, di un modo di godere di tutto il comfort possibile che può essere donato dall’organizzazione di questi viaggi.

Le tipologie di crociera sono diverse a seconda delle specifiche esigenze o semplicemente in base alla composizione del viaggio che vuole essere realizzato. In termini semplici, realizzare una crociera per tutta la famiglia richiede delle scelte che possano andare incontro anche ai propri figli, mentre una crociera di coppia sarà molto più romantica e potrà prevedere delle scelte differenti, sia dal punto delle mete geografiche, sia per quel che concerne attività da svolgere.

Ma quali sono le ragioni per cui scegliere una vacanza in crociera?

Una vacanza per tutti i gusti

Negli ultimi anni, le offerte disponibili per la vacanza in crociera si sono evolute e oggi esistono tipologie di crociere adatte ad ogni tipo di viaggiatore. Esistono diverse destinazioni, compagnie e navi da crociera ed ognuna di esse è stata studiata per rispondere alle esigenze di diverse categorie di viaggiatori. Dal gruppo di amici che vuole trascorrere una esilarante e “folle” vacanza all’insegna del divertimento, a chi in dolce compagnia vuole trascorrere romantici momenti solcando i mari, sia per coloro invece che vogliono partire soli per poi ritrovarsi circondati di nuovi amici a bordo.

All inclusive

Oltre a vitto e alloggio, tutte le attività a bordo sono incluse nel prezzo. I passeggeri delle navi, possono scegliere tra diversi tipi di ristoranti a buffet e à la carte, tra diversi angoli disponibili per merende e snack ad ogni ora del giorno e della notte.

Una Vacanza personalizzata

Una vacanza da personalizzare: la crociera offre a ciascun viaggiatore la possibilità di personalizzare il proprio viaggio secondo le proprie preferenze ed esigenze.

Mete incantevoli

La vacanza in crociera offre ai viaggiatori tante mete con una sola valigia: la crociera offre ai viaggiatori la possibilità di visitare più luoghi in un’unica soluzione. Molte mete ed escursioni disponibili in ogni luogo toccato dalla nave.

Intrattenimento ad ogni ora

Le compagnie da crociera offrono una varietà di attività a bordo per intrattenere i loro ospiti, di giorno e di notte, durante la navigazione da un porto ad un altro.

Per tutte le età

La crociera è concepita proprio per attrarre i viaggiatori di tutte le età, dai più piccoli ai più anziani; inoltre, oggi, le crociere dispongono delle ultime tecnologie per offrire ai propri passeggeri connessioni WiFi e una miriade di opzioni per inviare messaggi e dati.

Benessere e movimento

La vacanza in crociera offre un’ampia scelta di servizi: dalle sale fitness ai centri benessere. Per sentirsi sempre in forma, respirando la purezza dell’aria di mare.

La Crociera è da sempre la Vacanza Perfetta.

Scegli Offerte imperdibili e destinazioni da sogno.

Assicurazione Covid inclusa, cancellazione gratuita fino a 15 giorni prima della partenza e pacchetto escursioni #PasseparTour a un prezzo unico!

www.nashiraviaggi.com

Giugno è il mese ideale per una vacanza da sano relax: potrai sfruttare le splendide giornate di quasi-estate, evitando la folla dell’alta stagione e risparmiarsi lunghe code in autostrada e all’ingresso di musei e luoghi d’arte.

La brutta stagione è ormai alle spalle e la voglia di partire è più ardente che mai. Dopo mesi di lavoro e di restrizioni si ha voglia di staccare la spina e concedersi una meritata vacanza.

Il mese di giugno rappresenta per molte persone il periodo ideale per una vacanza rilassante al caldo: ma quali sono i pro e i contro di una vacanza a inizio estate?

Pochi turisti, zero affollamento, poco traffico

Uno dei vantaggi di fare una vacanza a giugno consiste nel godere in tranquillità le località di mare o di montagna, approfittando di un clima perfetto: il sole è caldo ma le temperature torride della piena estate sono ancora lontane.

Oltre al sole caldo e il bel tempo, il vantaggio di fare una vacanza a giugno consiste nell’evitare il sovraffollamento tipico del periodo di luglio e agosto: in spiaggia non si deve litigare per trovare posto, in mare non si rischia di scontrarsi con altri natanti e di sera non si deve aspettare per trovare un tavolo all’ora di cena o per fare un aperitivo.

Inoltre, se si visitano città d’arte, le file per entrare nei musei non sono interminabili e ci si può spostare da una località all’altra o viaggiare in autostrada senza ritrovarsi imbottigliati in un traffico intollerabile. Le temperature sono ancora molto miti, cosa che permette di fare lunghe passeggiate nei centri storici e nelle città ricche di storie senza soffrire il caldo.

Di contro, per coloro che sono alla ricerca di una vacanza dove incontrare tanta gente, fare nuove amicizie e tirar tardi la sera in discoteca o in qualche locale alla moda forse il mese di giugno non è il più indicato perché i ritmi della movida estiva sono decisamente più allentanti.

Prezzi più convenienti

Un altro vantaggio è dettato dai prezzi più convenienti delle strutture ricettive, ma anche di stabilimenti balneari e di agriturismi, in quanto sono minori poiché non si è ancora in alta stagione.

Maggiori attività di intrattenimento

Giugno rappresenta l’inizio della maggior parte delle attività di intrattenimento: concerti musicali, tornei, spettacoli di strada e sagre paesane incominciano con serate inaugurali, attirando turisti, per poi proseguire nei mesi successivi.

Ma dove andare in vacanza a giugno?

La bellezza del mare italiano

Tra le migliori località dove andare in vacanza a giugno, spicca sicuramente Porto Cesareo, nel Salento, famosa per le sue acque cristalline. Il fondale particolarmente basso ti permetterà di fare divertenti passeggiate nell’acqua.

Sempre nel Salento, il mare di Torre San Giovanni, in provincia di Lecce. Il suo litorale è uno dei più incantevoli non solo della Puglia ma di tutta la penisola.

La natura selvaggia

Se non cerchi solo il mare ma qualcosa in più, Maratea fa al caso tuo. Le sue numerose spiagge sono incorniciate da una natura incontaminata che nasconde calette mozzafiato e scogliere affascinanti.

In Campania, invece, incontrerai le meravigliose spiagge di Palinuro. Anche qui non solo mare, ma baie, falesie e scogliere ti incanteranno con la loro primordiale bellezza.

Storia e cultura del territorio italiano

Il fascino del territorio italiano è racchiuso nel suo perfetto mix di natura e storia.

Tra le migliori destinazioni vi è indubbiamente Siracusa. In questa città potrai sia scoprire tutta l’antica storia dell’isola, rappresentata da monumenti, musei ed edifici antichissimi, che recuperare le energie sul meraviglioso litorale siciliano.

Spostandoti verso nord, oltre che passare per la meravigliosa città di Catania, arriverai a un’altra località dove la quiete marittima e la cultura storica regnano sovrane: Giardini Naxos. Poco distante da Taormina, le sue spiagge candide sorgono in un contesto storico e culturale unico che riuscirà a coniugare i bisogni di tutta la famiglia.

Non resta che scegliere la destinazione e l’alloggio, per una vacanza che sa di caraibico, senza bisogno di lasciare l’Italia.

Sei alla ricerca di relax e tranquillità? La vacanza a giugno è decisamente perfetta.

Contatta Nashira Viaggi!

La primavera non porta con sé solo giornate più lunghe e temperature più alte, ma anche tanta voglia di organizzare un viaggio ”slow” davvero memorabile.

Dal momento che le restrizioni sono meno stringenti dei mesi scorsi, possiamo iniziare a sognare qualche viaggio primaverile ‘‘slow’’.

Città d’arte, borghi collinari e splendide località in riva al mare sono l’idea di chi ha scelto il turismo di prossimità non come ripiego dell’ultimo momento, ma per vivere un’idea diversa e affascinante di viaggio in sicurezza.

Che cosa si intende per viaggi ‘‘slow’’?

Lo Slow Tourism, che letteralmente significa “turismo lento”, è un nuovo modo di viaggiare sempre più diffuso che nasce in risposta alla frenesia che caratterizza le nostre vite quotidiane e che non ci permette di rilassarci e prenderci un po’ di tempo per ammirare le bellezze che ci circondano.

Si tratta di una nuova filosofia che pone l’attenzione sui dettagli e accompagna il turista attraverso un viaggio alla scoperta di luoghi nascosti, culture diverse e prodotti locali, nel pieno rispetto dell’ambiente, il tutto procedendo con calma e lentamente in modo da cogliere ogni straordinario particolare.

Ma dove andare in Italia per viaggi ‘slow’ di primavera davvero memorabili?

Scopriamolo insieme!

La Sacra di San Michele

Monumento simbolo del Piemonte, la Sacra di San Michele, in Val di Susa, è un luogo denso di spiritualità, incastonato in uno scenario naturale ricco di suggestioni. Per raggiungere la vetta si parte dal borgo di Sant’Ambrogio, percorrendo poi l’antica mulattiera che si snoda nel bosco. Qui, storia, natura e religiosità si uniscono a richiamare pellegrini, fedeli, turisti, ma anche sportivi che vogliono mettersi alla prova con percorsi di arrampicata o dedicati alla mountain bike.

Il Lago di Garda

La Primavera è il mese ideale per visitare il lago di Garda, meta ideale per una vacanza o un weekend sia di compagnia che romantico di coppia, grazie al suo clima mite ed ai primi dolci raggi di sole si avranno nuovi fiori e profumi, godrete così di uno scenario meraviglioso per i vostri giorni da veri protagonisti.

Il Parco Regionale Naturale del Conero

Con l’arrivo della primavera, il Parco Regionale Naturale del Conero diventa una delle mete più ambite dagli amanti del birdwatching. È possibile visitare questo palcoscenico di rara bellezza, paradiso naturale delle Marche, a piedi, a cavallo o in mountain bike, attraverso un reticolo di 18 sentieri che portano a tutti gli ambienti presenti all’interno dell’area protetta.

La città del Brunello

Un weekend primaverile a Montalcino, piccolo borgo nel bel mezzo della Val d’Orcia è un’esperienza da fare. La Toscana è una bellissima regione, tra natura e città d’arte non si smette mai di tornarci! Come i pittoreschi scenari di Montalcino, città del Brunello a sud di Siena, immersa nello splendido paesaggio del Parco Naturale della Val d’Orcia. Una meta ambita da chi è in cerca di tour enogastronomici che uniscano al piacere del buon cibo e del buon vino la bellezza di scenari unici al mondo.

Nella mitica città degli scavi, Pompei

Pompei è famosa soprattutto per gli incredibili reperti che la lava vulcanica ha custodito per millenni. Una volta giunto nella cittadina alle pendici del Vesuvio, gli scavi ti condurranno indietro nel tempo, ne resterai sicuramente affascinato. Ma Pompei non è solo antichità e reperti romani. Pompei è una delle mete imperdibili del turismo lento in Campania.

Le magiche Isole Pontine

La primavera è il periodo perfetto per ammirare gli scenari mozzafiato delle splendide Isole Pontine, a contatto con una natura realmente incontaminata. Ponza è un piccolo paradiso nel Mediterraneo con un patrimonio naturalistico e storico tutto da scoprire.

Prenota il tuo viaggio ‘‘slow’’ di primavera con Nashira Viaggi”