Nelle intenzioni dichiarate per il 2022, il 60% degli italiani tornerà alle stesse abitudini di viaggio pre – pandemia e in alcuni casi, 1 su 4, aumenterà il numero di viaggi. 

Gli italiani vogliono tornare alla ‘normalità’. Per colpa dei lockdown, delle restrizioni anti-Covid, ma anche dei timori di contagio, in molti hanno messo in stand-by i viaggi, optando per brevi gite fuori porta della durata di un fine settimana.

Secondo dati recenti, nel 2021 oltre l’80% degli italiani è tornato a viaggiare per una vacanza, un dato in miglioramento rispetto al 2020 (70%). Ma nel 2022 si evidenzia una propensione positiva a ritornare alle abitudini di viaggio pre-pandemia o in alcuni casi ad aumentare il numero di viaggi, con l’Italia che risulta essere la meta preferita per i viaggi di vacanza dalla maggior parte delle persone (67%)».

E tu hai già pensato alla tua prossima vacanza? Contattaci.

Viaggi: 2 su 3 sceglierà l’Italia

La maggior parte (2 su 3) viaggerà prevalentemente in Italia, per rilassarsi e riposarsi (65%), scoprire nuovi luoghi e fare nuove esperienze culturali e gastronomiche (61%) e stare insieme a familiari e amici (46%).

Si consolida il trend di work-ation con il 6% di italiani che hanno pianificato di lavorare da remoto in un luogo di villeggiatura.

I risultati evidenziano come le abitudini dei viaggiatori siano in continua trasformazione, accelerate anche dall’impatto della pandemia, e guidate da nuovi driver in cui la sostenibilità ambientale gioca un ruolo centrale nelle scelte di viaggio: 2 viaggiatori su 3 sono preoccupati per le conseguenze ambientali generate dai mezzi di trasporto e sarebbero disposti a pagare un sovrapprezzo per limitare le emissioni di CO2 dei viaggi.

Viaggi: il 74% opta per scelte sempre più sostenibili

Aumenta invece l’importanza attribuita alla sostenibilità: il 74% dei viaggiatori afferma di aver fatto scelte di viaggio pensando alla sostenibilità in quanto sono preoccupati per le conseguenze delle proprie azioni sul pianeta. Nel confronto tra auto e treno, si registra un’elevata attenzione dei viaggiatori alle iniziative di riduzione dell’impatto ambientale dei viaggi in aereo, con oltre la metà del campione che ritiene rilevanti quelle relative all’utilizzo di carburanti green, ma si evidenzia anche una disponibilità da parte dei 2/3 degli intervistati a pagare un sovrapprezzo per garantire la compensazione delle emissioni di CO2 dei propri viaggi di breve e lungo raggio.

Pianifica insieme a noi il tuo prossimo viaggio.

Personale esperto ti fornirà tutte le informazioni necessarie

Telefono: +39 0823 456244

E-Mail: info@nashiraviaggi.it