Articoli

Hai sempre sognato di fare un viaggio a New York per festeggiare il Natale?

La Grande Mela nel periodo delle feste si trasforma in un immenso parco giochi, un mondo di colori, luci, caramelle, cioccolato caldo in tazza e momenti indimenticabili. Le festività natalizie rappresentano, dopo l’estate, la prima occasione utile per concedersi una vera e lunga vacanza, soprattutto quando si hanno figli in età scolastica. La Vigilia di Natale, il 24 dicembre, cade di sabato, il 25 è dunque domenica e Santo Stefano lunedì 26 dicembre. Altro weekend per l’ultimo dell’anno che sarà sabato 31 dicembre e domenica 1 gennaio. Di venerdì, infine, l’Epifania, il 6 gennaio, ulteriore occasione per un ponte di vacanze e una gita fuori porta.

Come spendere poco?

Per spendere poco per voli e hotel durante il periodo natalizio è prenotare con largo anticipo. Tenendo conto che molti alberghi offrono la cancellazione gratuita e i voli la possibilità di cambiare data gratis bisognerebbe pianificare il viaggio di Natale per tempo.

Cosa fare durante il periodo natalizio a New York?

Pattinare al Rockfeller Center e cerimonia di accensione dell’albero

 

 

 

 

 

 

Il simbolo più rappresentativo di New York a Natale è l’enorme albero addobbato e pieno di luci eretto in prossimità della più famosa pista di pattinaggio di Manhattan.  Ovviamente al Rockfeller Center può essere il caso di farvi anche una bella pattinata.

I mercatini di natale

 

 

 

 

 

 

New York in questo periodo si accende, e lungo le strade, dalla fine di novembre, prendono vita non solo addobbi e illuminazioni, ma anche numerosi mercatini di natale, luoghi ideali per comprare oggetti artigianali, addobbi e regali per i propri cari. Ecco i principali mercatini natalizi della città:

Artists & Fleas at Chelsea Market

Artists & Fleas Holiday Market

Bank of America Winter Village at Bryant Park

Columbus Circle Holiday Market

Union Square Holiday Market

Tour delle vetrine

 

 

 

 

 

 

Ad arricchire l’atmosfera di New York a Natale sono le vetrine allestite da negozi e grandi magazzini, che si impegnano al massimo per trasformare Manhattan in una sorta di paese delle meraviglie. A impreziosire il tutto è la relativa quiete che si respira per le strade di New York il giorno di Natale, una vera e propria rarità per questa brulicante metropoli.

Nel giro, non mancate di far visita alle incredibili vetrine di:

Barney’s, 660 Madison Avenue at 61st Street

Macy’s, 151 West 34th Street

Lord & Taylor, 424 Fifth Avenue

Sak’s Fifth Avenue, 611 Fifth Avenue

Bloomingdale’s, 59th Street and Lexington Avenue

Bergdorf Goodman, 754 Fifth Avenue

Gli spettacoli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ovviamente anche in questo caso c’è l’imbarazzo della scelta. Oltre agli spettacoli in cartellone a Broadway tutta la stagione, ci sono alcuni eventi concepiti specificamente per l’occasione. Il più rappresentativo è il , il mirabilante show del leggendario Radio City Music Hall, dove si esibiscono le celebri Rockettes e dove può succedere di tutto!

Messa di natale

 

 

 

 

 

 

Il luogo più bello per prendere la messa di Natale è la Cattedrale di San Patrizio, affascinante chiesa gotica sulla 5th Avenue inserita fra i grattacieli newyorchesi. Per sapere gli orari delle funzioni consultate il sito ufficiale.

Cosa aspetti? Fatti coinvolgere dalla magia del Natale, richiedi maggiori informazioni!

tel.3346204342

email.info@nashiraviaggi.it

La compagnia easyJet sta promuovendo tantissime rotte aeree a prezzi davvero bassissimi. La compagnia aerea easyJet sta promuovendo tantissime rotte aeree a prezzi davvero bassissimi.

Si può andare a Napoli con 12,49 euro (solo andata, naturalmente) o a Milano con 16,99 euro o ancora a Catania con 19,49 euro. E di offerte come queste ce ne sono tantissime.

Chi ha ancora voglia di mare può infatti scegliere una meta del Sud, dove essere abbastanza certi di trovare ancora caldo. Da Napoli, per esempio, si può prendere la Trans vesuviana e arrivare sulla Costiera sorrentina in poco tempo. Da Catania si può arrivare facilmente alla vicina Riviera dei Ciclopi o a Taormina e ai Giardini Naxos o ad altre bellissime spiagge.

Perché andare a Catania?

Catania è senza dubbio una delle città d’arte più belle della Sicilia, meta ogni anno di migliaia di turisti innamorati e affascinati dalla sua architettura, dai suoi panorami mozzafiato, in bilico tra il bianco che ammanta il vulcano fumante e l’azzurro del Mediterraneo, proprio di fronte.

Weekend a Napoli

Napoli, invece, offre un’infinità di cose da fare. Solo nel quartiere di Forcella, in una sola occhiata si possono scorgere tre imperdibili monumenti: la Chiesa del Gesù Nuovo, l’Obelisco dell’Immacolata e il Monastero di Santa Chiara.

Tra i luoghi irrinunciabili troviamo il Palazzo Reale dalla lunga facciata e un’opera suggestiva, conosciuta in tutto il mondo, da vedere almeno una volta nella vita, è sicuramente il Cristo Velato, all’interno della Cappella di San Severo. E poi c’è la Cappella che contiene il tesoro di San Gennaro, tra le meraviglie ebanistiche della tradizione napoletana.

Milano, capitale italiana del design e moda

Milano, di recente definita la Capitale culturale d’Italia. Ogni giorno sono decine gli eventi, le inaugurazioni e gli happening socioculturali che si tengono nel Capoluogo lombardo. Proprio in questi giorni è stato inaugurato l’ennesimo museo, la Fondazione Luigi Rovati che raccoglie un’importante collezione di reperti etruschi ma anche opere d’arte contemporanea. Ma Milano è anche la Capitale italiana del design e della moda. E poi lo è anche dell’intrattenimento con i suoi concerti, gli spettacoli teatrali e le manifestazioni che regolarmente si tengono in città.

Pianifica un viaggio last minute con noi!

Richiedi un preventivo senza impegno

Personale esperto ti fornirà tutte le informazioni necessarie

Telefono: +39 0823 456244

E-Mail: info@nashiraviaggi.it

Il treno di Dante: un percorso incantevole che coniuga celebri città d’arte e borghi medievali completamente immersi nella natura.

Un’esperienza di viaggio unica a bordo di un treno storico, che attraversa il cuore dell’Appennino Tosco-Romagnolo alla scoperta delle terre che Dante Alighieri visitò nel suo cammino tra Firenze e Ravenna.

Scopri il viaggio!

Il treno sta diventando il mezzo di trasporto per eccellenza, soprattutto per scoprire le bellezze del nostro territorio. E adesso ne riparte uno davvero speciale: il Treno di Dante, che per l’estate 2022 ha un programma ricco di appuntamenti. Dal 4 giugno al 10 luglio e dal 27 agosto al 30 ottobre, tutti i sabati e le domeniche è prevista una partenza da Firenze a bordo di vagoni storici che ci permettono di fare un tuffo indietro nel tempo.

Cos’è il treno di Dante?

 

 

 

 

 

Un’ avventura che inizia a bordo del famoso “Centoporte”, un treno che ricorda un’epoca passata dove il tempo sembra essersi fermato. L’itinerario è lungo appena 136 km, ma è ricco di sorprese. Il Centoporte dispone di 230 posti, suddivisi in tre classi: la prima e la seconda presenta divanetti imbottiti e ambientazioni in stile liberty semplicemente fantastici. Mentre la terza classe vanta ancora i caratteristici interni in legno, incluse anche le sedute, un po’ più scomode, ma sicuramente molto più suggestive.

La prima tappa è il Borgo di San Lorenzo: qui l’arte incontra la natura, con bellissimi sentieri perfetti per gli amanti del trekking. La seconda tappa è Marradi, nei pressi del quale si trova l’Eremo di Gamogna. Per raggiungerlo, c’è un antico cammino panoramico tutto da scoprire. Poi si riparte alla volta di Brisighella, inserito a pieno titolo tra i Borghi più belli d’Italia: la sua rocca è il punto d’osservazione ideale per ammirare i dintorni.

La fermata successiva è Faenza, storica cittadina neoclassica divenuta famosa in tutto il mondo per la sua produzione di raffinate maioliche, di cui si trovano testimonianze nelle numerosissime botteghe artigiane che arricchiscono il centro e nel Museo d’Arte Ceramica. Infine, si arriva a Ravenna: qui Dante completò la sua Commedia e riposò sino al suo ultimo respiro. La tomba del Sommo Poeta è un vero mausoleo in onore di uno dei più importanti letterati del nostro Paese. Prima di ripartire per fare rientro a Firenze, c’è tempo per ammirare alcune delle più suggestive architetture della città, come la Basilica di San Vitale che rappresenta uno degli esempi meglio conservati di arte bizantina.

Per maggiori info, contatta Nashira Viaggi!

L’autunno è una delle stagioni più suggestive per visitare la Grande Mela.

Ottobre è uno dei mesi perfetti per andare a New York: temperature gradevoli, i profumi e i colori dell’autunno, la maggiore convenienza di voli e hotel, la luce del cielo.

Ottobre è anche il mese in cui inizia il foliage di Central Park, anche se negli ultimi la caduta delle foglie si è spostata un po’ più in là verso novembre. Lo spettacolo del foliage a New York è bellissimo: Central Park si tinge di una varietà di colori e sfumature, le foto saranno incantevoli anche se non si è esperti fotografi!

L’arancione è il colore del mese, non solo per il foliage, ma anche per le tante zucche che si trovano a ogni angolo della città in vista di Halloween, molto sentito e festeggiato dagli americani.

Cosa fare in ottobre a New York?

Columbus Day (11 Ottobre 2021)

L’evento che unisce America ed Italia grazie al legame storico che festeggia ogni anno, il ricordo di Cristoforo Colombo che nel 1492 mise piede in America per la prima volta.

Per l’occasione viene organizzata una parata di notevoli dimensioni (la Columbus Day Parade) che percorre la famosa Fifth Avenue con bande in festa, carri, gruppi dell’esercito e tanto folklore, il tutto a tinte italiane.

Halloween (31 Ottobre 2021)

Halloween non è solo la notte del 31 Ottobre ad essere interessante. Già da metà mese New York si trasforma esteticamente all’insegna degli ornamenti tipici di Halloween.

Passeggiare per New York in questo periodo è davvero bello e divertente, si possono ammirare zucche, scheletri, streghe di tutti i tipi e fantasmi, su quasi ogni uscio di casa, cosi come in tanti pub e locali affacciati sulle vie di Manhattan.

Wine e Food Festival (14-17 Ottobre 2021)

Volti noti della buona cucina, come cuochi famosi e sommelier, in un evento (a pagamento) dove potrete partecipare a seminari e corsi tenuti da questi esperti della buona cucina.

OktoberFest a New York (fine settembre / inizio ottobre)

Tra fine settembre ed inizio ottobre, lungo le vie di Manhattan troverete diversi pub e locali food che celebrano l’evento proponendo menu a tema e ovviamente l’immancabile birra tedesca simbolo della festa. NY in questo si conferma una delle metropoli con il più forte incrocio di culture di tutto il mondo.

New York Comic Con (date da definire)

La fiera del fumetto di New York è un importante appuntamento per gli appassionati di tutto il mondo. Come in ogni edizione ci saranno importanti fumettisti di fama mondiale e gli immancabili cosplayer.

Prenota ora la tua vacanza nella Grande Mela!

www.nashiraviaggi.com

Sai già dove trascorrerai il ponte dell’Immacolata?

Stai già pensando a come organizzare il lungo weekend in occasione del Ponte dell’Immacolata? L’8 dicembre infatti quest’anno cadrà di lunedì ed un weekend è abbastanza per dedicarsi alla visita di una città e ai suoi dintorni.

Ponte dell’Immacolata in Romania

Un viaggetto fuori porta non necessariamente è costoso, specie se ci vengono incontro ottime tariffe delle compagnie aeree da prendere al volo.

Qui potrai visitare le spettacolari Miniere di sale di Turda o i meravigliosi siti UNESCO della Romania.

Ponte dell’Immacolata a Bruxelles

Bruxelles sotto Natale diventa magnifica. Oltre ai giochi di luce che colorano la Grande-Place ci sono i Mercatini di Natale di Bruxelles che iniziano proprio nel weekend del Ponte. I mercatini di Bruxelles sono i migliori d’Europa se siete amanti della gastronomia: si mangiano dolci e cioccolata buonissima, funghi selvatici, zuppe e gaufre a non finire.

Ponte dell’immacolata a Parigi

Il weekend del Vin Brulée e delle spese deliziose ai Mercatini di Natale di Parigi. Il più suggestivo è il Marché de Noel de la Defènse. Il freddo stimola la fame si sa e i mercatini non sono l’unico posto in cui trovare prelibatezze a basss costo a Parigi.

Ponte dell’8 dicembre in Germania

La Germania è il regno dei Mercatini di Natale, se siete fan del genere quindi le città tedesche sono la meta giusta per voi.

Ponte dell’Immacolata a Barcellona

Durante il Ponte dell’Immacolata troverete la Fiera de Santa Lucia, un mercatino tra i meno conosciuti in Europa, ma caratteristico e originale.

Ponte dell’Immacolata a Lione per la Festa delle Luci

In una città che diventa magica, dal 5 all’8 dicembre 2021 la città di Lione torna l’appuntamento con la festa delle Luci.

PONTE DELL’IMMACOLATA IN ITALIA

Ponte dell’Immacolata nei Borghi d’Italia

Non per forza bisogna prendere l’aereo per fare qualcosa di diverso nel week dell’Immacolata: basta approfittare delle offerte di Trenitalia o delle Offerte di Italo. Ci sono tanti borghi in Italia da scoprire: Trento e Bolzano, L’Alto Adige è il regno del Mercatino di Natale in Italia.

Torino si aggiudica il titolo di una delle città più interessanti del nord Italia, grazie al grande patrimonio artistico e culturale, alle belle piazze e alla ricca disponibilità di musei. Con il Natale alle porte la città acquisisce una luce ancora più magica, merito dei mercatini, del gigantesco calendario dell’Avvento installato in Piazza Castello e al Villaggio di Babbo Natale alla Reggia di Venaria Reale.

Restando in Italia ma volendo respirare più Europa si può optare per Milano, dove la festa ha inizio già dal 7 dicembre, giorno in cui si ricorda Sant’Ambrogio.

La Sicilia è bella anche d’inverno: il clima un po’ più caldo del resto della penisola è ideale per esplorare le città e godersi la buona cucina come il mese di dicembre richiede.

In attesa del viaggio di Natale, goditi un assaggio di vacanza con il Ponte dell’8 dicembre. Non sai dove andare? Contattaci!

www.nashiraviaggi.com

Da Assisi a Perugia, dai borghi medievali ai campi fioriti, l’Umbria sembra uno dei capolavori creati dal pennello del Pinturicchio.

Piccola regione situata nel cuore del Centro Italia, l’Umbria nasconde incredibili tesori culturali, gastronomici e naturalistici. Da Assisi alle Cascate delle Marmore, innumerevoli sono le bellezze di questa regione dal fascino unico.

Cosa vedere in Umbria?

Perugia, il capoluogo

Perugia è un insieme perfetto di forme, colori, monumenti. Il suo centro storico, circondato da una cinta muraria, sorge su una collina in mezzo al verde e si può raggiungere dalla città bassa con gli ascensori, i minimetrò o il sistema di scale mobili.

La visita della città antica, su cui si affacciano il trecentesco Duomo di San Lorenzo, con la celebre Loggia di Braccio Fortebraccio, e il Palazzo dei Priori, con la sua Sala dei Notari splendidamente affrescata, è d’obbligo. Al centro della piazza domina la Fontana Maggiore (detta anche Fontana di Piazza), capolavoro della scultura medievale realizzata a fine Duecento da Nicola Pisani e dal figlio Giovanni e simbolo del capoluogo umbro.

Da non perdere anche l’acquedotto antico, costruito in epoca romana e poi ampliato a metà del XIII secolo per far arrivare l’acqua in città direttamente da Monte Pacciano, il pozzo etrusco in piazza Danti, profondo ben 37 metri, e i musei che raccontano la storia della città e dell’intera regione (Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria e Galleria Nazionale dell’Umbria).

Gubbio, la città grigia

Gubbio è definita anche “la città grigia” per il colore uniforme dei blocchi di calcare con cui è stata costruita la maggior parte degli edifici del borgo.

Tra le cose da vedere a Gubbio ci sono, senza dubbio, la sua Piazza Grande con il Palazzo gotico dei Consoli, il Palazzo Ducale e le chiese di cui è disseminato il centro, su tutto il Duomo.

Inoltre, se si visita Gubbio a metà maggio è opportuno partecipare alla tradizionale Corsa dei Ceri, festa patronale che ogni anno ravviva le vie della città il 15 del mese. In alternativa, si possono fare tre giri di corsa intorno alla cinquecentesca “Fontana dei Matti” e, secondo l’usanza locale, si ottiene la personalissima “patente del matto”!

Assisi, il cuore della spiritualità umbra

Tra i posti da visitare in Umbria non può mancare la città di San Francesco, il santo patrono d’Italia, e di Santa Chiara, Assisi.

La parte antica si sviluppa sulla collina, dove spicca la meravigliosa Basilica di San Francesco con i suoi affreschi di Giotto e Cimabue, che dal 1230 custodisce le spoglie mortali del santo. Ai piedi della collina si trova l’imponente Santa Maria degli Angeli, che all’interno racchiude ancora integra la Porziuncola, una piccola chiesetta, nella quale San Francesco morì.

Foligno, per gustare i piatti tipici medioevali

Chiese e palazzi storici non mancano nemmeno a Foligno: la piazza principale, quella della Repubblica, è un concentrato di opere architettoniche come il Duomo, il Palazzo Comunale e Palazzo Trinci.

Ma a giugno e settembre, Foligno stuzzica ancora di più la fantasia dei visitatori (ma anche l’appetito), con la sua Giostra della Quintana: un torneo cavalleresco che si svolge in costume e che prevede anche l’apertura delle taverne e delle trattorie locali in cui gustare i piatti tipici del Medioevo (ad esempio gli Spaghetti col Rancetto, pancetta, pomodori e maggiorana, la Rocciata come dolce).

Valnerina, per ammirare la Cascata delle Marmore

La Valnerina, la valle del fiume Nera, è uno dei polmoni verdi più incantevoli di tutta l’Umbria (e di tutta Italia). È uno dei posti da visitare in Umbria a tutti costi, perché qui è presente la cascata delle Marmore, tra le più alte e spettacolari d’Europa con i suoi tre “salti”, oltre a essere la più famosa fra le cascate in Italia.

Inoltre, se si amano le escursioni fra profumi e rarissime specie di uccelli, la Valnerina è il luogo ideale. Soprattutto nel magnifico Parco Fluviale del Nera, dove regna sovrana la natura incontaminata e dove è possibile praticare anche sport all’aperto come canottaggio, equitazione e bicicletta.

Per il tuo viaggio in Umbria ti aspettiamo in agenzia:

www.nashiraviaggi.com