Il coronavirus non ho abbattuto il desiderio di ritornare a viaggiare: le prossime tappe per gli italiani, quando l’emergenza sarà rientrata, saranno in territorio nostrano.

Se da una parte il turismo è il settore con i maggiori danni economici per effetto della pandemia, dall’altra c’è chi continua a mandare messaggi di speranza e positività, nonostante tutto.
In attesa di riprendere a viaggiare, infatti, fioccano le iniziative per viaggiare dal divano e fare tour virtuali grazie a piattaforme web in cui esplorare le destinazioni a passo di click.
Per non parlare delle campagne social di operatori turistici che, in attesa di riprendere le proprie attività, stimolano la fantasia degli utenti con proposte, suggestioni e idee di vacanze.
Nonostante tutto, gli italiani hanno una gran voglia di tornare a viaggiare.

Un sondaggio di Confturismo-Confcommercio, in collaborazione con Swg, realizzato tra il 18 e 23 marzo, rivela che sette intervistati su dieci ha intenzione di fare una vacanza appena l’emergenza sanitaria sarà superata e l’allarme cessato.
In particolare, secondo lo studio, l’83% degli italiani sceglierà una meta in Italia: l’impossibilità inaspettata di uscire dai propri abituali contesti ha sicuramente messo in moto in tanto aspiranti viaggiatori non solo il desiderio di allontanarsi, ma anche quello di riscoprire quei tesori nostrani spesso sottovalutati rispetto ad altre mete più ambite.

Torneremo a viaggiare e forse lo faremo con maggiore sensibilità e gratitudine.